Discussione:
MiniFAQ v. 0.7
(troppo vecchio per rispondere)
Luca T.
2003-09-28 18:55:12 UTC
Permalink
MINIFAQ di IT.TLC.TELEFONIA.ADSL (mantenuta da Luca T. ***@despammed.com)
[Versione 0.7 01-August-2003]

[Le note legali sono state spostate in fondo alla FAQ]
[ATTENZIONE: LE NOTE LEGALI SONO CAMBIATE IN QUESTA VERSIONE]

Benvenuto su it.tlc.telefonia.adsl
Prima di postare un qualunque messaggio, per favore, cerca in questa
MINIFAQ se è già presente la tua domanda e cerca con google [
http://groups.google.com/advanced_group_search?group=it.tlc.telefonia.adsl
] se l'argomento che ti interessa è già stato trattato.

La FAQ aggiornata può essere scaricata da
http://www.lt-software.com/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=4

*** Alcune regole: ***
1) Non postare in HTML! È in genere buona norma non postare mai su
USENET in HTML in quanto non tutti i Newsgroup Reader sono in grado di
gestire l'HTML (no... non esiste solo Outlook).
2) Le domande vanno fatte nel CORPO del messaggio e non nel SUBJECT
(Oggetto). L'oggetto dei messaggi deve essere coinciso e attinente (il
più possibile) al messaggio contenuto nel post.
3) I messaggi postati su it.tlc.telefonia.adsl devono essere attinenti
all'argomento ADSL. È possibile postare un messaggio non attinente al
Newsgroup (ma di generale interesse) mettendo nell'oggetto la scritta
[OT] seguita dal vero oggetto del messaggio. Sono comunque ESCLUSI
messaggi a fine pubblicitario o promozionale di un qualunque sito web
(lo SPAM non è ben accetto). Si ricorda inoltre di NON ABUSARE di questo
"espediente".
4) Nonostante il manifesto del gruppo sia fondamentalmente incentrato su
problematiche tecniche il newsgroup viene spesso usato per denunciare
disservizi e dare suggerimenti sul provider a cui abbonarsi. Tali post
sono quindi permessi e anzi permettono di evitare a noi utenti tante
arrabbiature e trapianti di fegato.
5) Valgono in genere le norme di buona educazione e le norme presenti
nella Netiquette ( http://www.aspide.it/netiquette/ ).

*** Alcuni suggerimenti: ***
1) Evitate di postare informazioni specifiche su di voi (tipo età,
indirizzo preciso, numero telefonico, etc.)... le ragioni sono ovvie
2) Evitate di postare con il vostro indirizzo d'email vero... questo vi
eviterà di ricevere nella vostra casella d'email quintalate di
spazzatura. Per esempio... se la vostra email è ***@lino.it cambiatela
in ***@lino.it... esistono infatti dei software
che non fanno altro che leggere i newsgroup alla ricerca di indirizzi
d'email per poi venderli a chi fa pubblicità non richiesta (anche
chiamato SPAM). Se volete scrivere il vostro indirizzo email nel corpo
del messaggio potete anche scriverlo in questo modo topo (at) lino (dot) it
3) Evitate di insultare gli altri partecipanti del newsgroup
4) Evitate di rispondere a persone maleducate o appositamente
provocatorie (se insistono plonkateli [ossia inseriteli nella
"black-list" del vostro newsreader] in questo modo non vi disturberanno più)
5) Evitate l'uso di parole che potrebbero risultare offensive o
inappropriate: il newsgroup può essere letto anche da bambini
6) Se qualcuno vi dice di "imparare a quotare" non vi offendete, non è
una provocazione ma un vero suggerimento al fine di rendere
comprensibile quello che scrivete [ http://wiki.news.nic.it/QuotarBene ]

Ulteriori regole e suggerimenti sull'utilizzo di IT.TLC.TELEFONIA.ADSL e
USENET in generale possono essere trovati sui seguenti siti web:
http://wiki.news.nic.it/AiutoComposizione
http://wiki.news.nic.it/QuotarBene
http://wiki.news.nic.it/AntiSpam
http://go.to/iosononiubbo

*** MINIFAQ (finalmente): ***

(Q) ADSL... cosa significa?
(A) Asymmetric Digital Subscriber Line.

(Q) Perché "Asimmetrica"?
(A) Al contrario della DSL, l'ADSL ha velocità di upload molto inferiore
rispetto alla velocità di download. Questo perché il tipico internauta
usa Internet più per scaricare dati che per fare degli upload. La
velocità di download è quindi più importante di quella di upload. Da
questo la parola "asimmetrica".

(Q) Perché non accontentarsi della DialUP?
(A) È molto semplice. La Dialup è costosa, tiene occupata una linea
telefonica, gli abbonamenti FLAT per Dialup sono oramai un ricordo, ha
il grosso problema dei Dialer, non è pensata come connessione "Always
on", è lenta da paese del terzo mondo, è tecnologicamente superata.

(Q) Dialer? Cosa sono i Dialer?
(A) I Dialer sono quei programmini che solitamente trovate su siti
porno, siti di SMS, siti per le suonerie/loghi del cellulare (che vanno
tanto di moda oggi) che sconnettono la vostra connessione Dialup (spesso
senza che voi ne sappiate nulla) per connettervi ad un numero a
pagamento (tipo 144 e 166). Grazie al cielo l'ADSL non è soggetta a
questo tipo di problema (non è in grado di comporre numeri di
telefono)... ma se avete modem Dialup connessi alla linea telefonica è
meglio che li tenete spenti (o scollegati dalla linea) mentre
navigate... non si sa mai.

(Q) Quindi con una connessione ADSL io sono assolutamente al sicuro dai
Dialer?
(A) Si. Come già spiegato i modem/router (strettamente) ADSL non sono in
grado di comporre alcun numero telefonico. Bisogna comunque ricordarsi
di spegnere eventuali modem/fax "standard" durante la navigazione. Nel
caso di modem standard interni (che non possono essere spenti) si
suggerisce di scollegarli dalla linea telefonica e riconnetterli solo in
caso di necessità (per esempio quando si deve spedire un FAX) e
riscollegarli subito dopo. Per un ulteriore livello di sicurezza
consiglio di abbandonare completamente Internet Explorer e sostituirlo
con un browser alternativo (come Mozilla [ http://www.mozilla.org ] che,
oltre ad essere gratuito e più sicuro, è molto più conforme agli
standard W3C di Internet Explorer e offre molte caratteristiche non
presenti in IE, si ricorda inoltre Opera [ http://www.opera.com ] che
però è adware [mostra un piccolo banner pubblicitario o in alternativa
si può comprare] e quindi non gratuito). Si narra che IE può essere reso
sicuro configurandolo opportunamente... *io*, sinceramente, non ci credo
neanche se lo vedo. [Per coloro che ritengono questa parte della FAQ
offensiva ribadisco il concetto che *IO* posso credere a quello che
voglio e *NESSUNO* ha il diritto di impedirmi di esprimere quello in cui
*IO CREDO*.]

(Q) Ho sentito parlare di ADSL satellitare... cosa è?
(A) Si tratta di una soluzione mista (almeno per il momento) che
richiede l'uso di una scheda PCI satellitare e di un normale modem 56k
(o equivalente). In pratica, attraverso il satellite si può scaricare
dei dati ad alta velocità... ma è sempre richiesta una connessione
DialUp per poter mandare le richieste al server. Non va bene né per
navigare né per giocare online (questo è dovuto ai circa 2 secondi di
ritardo fra richiesta dei dati e ricezione) inoltre è completamente
inutile in caso di upload visto che si può sfruttare il satellite solo
in download. È invece accettabile se l'obiettivo che ci si pone è
semplicemente quello di fare grossi download. Purtroppo è l'unica
alternativa per chi l'ADSL non ce l'ha disponibile e purtroppo è molto
difficile trovare driver funzionanti per Linux. È quindi una soluzione
sconsigliata perché inadatta alle esigenze di un utente medio.
Ultimamente però si cominciano a vedere nuovi prodotti che sono in grado
non solo di ricevere dati, ma anche di trasmetterli via satellite. Si
tratta però di soluzioni ancora piuttosto costose e decisamente fuori
portata per un utente casalingo.

(Q) Ma se ho un abbonamento satellitare allora devo pagare anche la
telefonata di una normale connessione DialUp?
(A) Si. Come già detto il modem normale è necessario per fare le
richieste dei dati che si vogliono scaricare, di conseguenza si paga il
tempo di connessione come per una connessione Internet normale. Inoltre,
a volte (dipende dal fornitore), si deve pure pagare il servizio ADSL
satellitare quindi alla fine è una doppia spesa. Invito pertanto ad
informarsi molto bene con il fornitore del servizio prima di stipulare
un abbonamento di questo tipo e di valutare attentamente le proprie
esigenze (per esempio... se a voi Internet serve solo per scaricare dati
e navigare ogni tanto allora questa soluzione è buona, se invece la
vostra esigenza è quella di fare Upload o giocare via Internet oppure
Trading online questa soluzione non fa assolutamente per voi).

(Q) Ma con un abbonamento ADSL allora posso navigare 24 ore su 24 ad un
prezzo fisso?
(A) Dipende dalla proposta a cui volete aderire. Esistono soluzioni FLAT
(pagate un tot fisso al mese e potere navigare anche 24 ore su 24 [la
migliore secondo me]) oppure semi-flat (per esempio pagate un tot al
mese e avete solo un certo numero di ore [o MByte] a disposizione... ma
attenzione... le ore su internet passano molto in fretta e, per esempio,
20 ore al mese prepagate sono molto poche). Vi raccomando di scegliere
con cura l'abbonamento ADSL adatto a voi e alle vostre tasche e di
considerare bene i pro e i contro di ogni offerta perché l'abbonamento è
solitamente ANNUALE.

(Q) Come faccio a sapere se posso attivare l'ADSL a casa mia?
(A) Solitamente ogni provider ADSL ha il proprio motore di ricerca, a
volte, infatti, risulta possibile avere l'ADSL con un certo provider
mentre risulta impossibile con altri. Potete comunque riferirvi a questo
sito: http://tin.virgilio.it/info/adsl/verifica_copertura.html oppure
http://adsl2.csi.telecomitalia.it per una ricerca automatica.

(Q) È Possibile spedire FAX con l'ADSL?
(A) No, non è possibile spedire FAX via ADSL. I modem ADSL non sono in
grado di comporre numeri di telefono e pertanto è per loro impossibile
spedire dei FAX. Puoi comunque usare un vecchio modem DialUP per questo
scopo.

(Q) Posso usare il telefono contemporaneamente ad Internet con l'ADSL?
(A) Si. Questo però richiede la presenza di un Filtro per ogni
apparecchio telefonico (modem/router ADSL escluso) oppure di uno
Splitter (che divide la linea a monte fra linea DATI e linea VOCE). Si
potrebbe comunque notare un leggero ronzio di sottofondo quando si
telefona. [questo dipende in parte anche dalla qualità del
filtro/splitter installato]

(Q) Posso spedire FAX con il modem DialUP mentre sono connesso ad
Internet sulla stessa linea con l'ADSL?
(A) In teoria sì, nella realtà non è sempre vero e dipende da molti
fattori fra cui qualità della linea telefonica e dei Filtri installati.
L'unico modo per saperlo è fare un paio di prove.

(Q) Io ho una linea ISDN e vorrei attivare l'ADSL, mi hanno detto che
l'ISDN non supporta l'ADSL è vero? Come posso fare?
(A) L'ISDN e l'ADSL in Italia hanno frequenze che si sovrappongono,
pertanto non possono coesistere sullo stesso cavo telefonico. È comunque
possibile richiedere alla Telecom una linea "SOLO DATI" gratuita
(informatevi prima presso il 187) da affiancare a quella ISDN per poter
usufruire dell'ADSL, oppure, naturalmente, è possibile far rimuovere
l'ISDN e attivare invece l'ADSL. [questo ovviamente dipende dalle vostre
necessità]

(Q) Perché dovrei comprare dei Filtri ADSL per ogni apparecchio
telefonico se posso comprare uno Splitter solo?
(A) Fondamentalmente perché uno Splitter costa (90 euro circa [fonte
Telecom, quotazione del 31-luglio-2003]) mentre i filtri costano molto
meno (poche decine di euro). Una regola generale è usare uno Splitter
nel caso di tanti apparecchi telefonici (telefoni, fax, modem dialup,
etc.) nel caso opposto ci si può accontentare anche dei filtri.
L'installazione dello Splitter inoltre richiede la presenza di un
tecnico (o comunque di qualcuno che sia in grado di farlo [ossia
competente in materia]). [Mi è stato segnalato che è possibile
acquistare Splitter da terze parti (e quindi non da Telecom) il cui
prezzo è di poche decine di euro quindi prima di gettarvi a pesce al
telefono con il 187 fate un giro dai vostri rivenditori di fiducia]

(Q) Posso installarmi lo Splitter da solo?
(A) In passato era proibito modificarsi l'impianto telefonico. Se non
sbaglio ora invece non è così (informatevi meglio però, io non sono un
legale), è solo importante che gli apparecchi ad esso collegati siano
omologati.

(Q) L'impianto telefonico necessita modifiche?
(A) In genere no. Se si hanno però più apparecchi telefonici connessi è
necessario verificare che la connessione fra le varie prese telefoniche
sia realizzata "in parallelo". Questo purtroppo solo un tecnico (o
comunque qualcuno con competenze tecniche) è in grado di dirvelo. Se
avete l'ISDN è possibile che sia necessario richiedere una linea
aggiuntiva solo dati (fornita gratuitamente da Telecom) per la sola ADSL.

(Q) Posso avere una linea solo dati ADSL senza avere una linea telefonica?
(A) No. È necessario avere almeno una linea telefonica tradizionale per
poter attivare l'ADSL. [Risposta datami da un operatore Telecom]

(Q) Ho fatto richiesta presso il mio provider di disconnessione alcuni
mesi fa ma io ho ancora la portante. Se cambio intestatario della linea
telefonica mi staccano?
(A) No. Forse questo trucchetto funzionava in passato o con operatori
Telecom poco attenti. Ultimamente però si sono fatti furbi e prima di
cambiare intestatario verificano che non ci siano abbonamenti ADSL
attivi. Nel caso di abbonamenti ADSL attivi l'unica è rompere le scatole
sia a Telecom sia al proprio provider finché non cedono. Se le cose si
mettono male mandate pure un FAX di protesta a Telecom, al provider e al
garante della libera concorrenza invitando quest'ultimo a fare chiarezza
sulla vicenda. Spesso, tutte queste complicazioni sono infatti dovute
non a difficoltà tecniche o amministrative, bensì a puro e semplice
ostruzionismo. [Ho telefonato per ben 3 volte al 187, in due occasioni
mi è stato detto che il cambio dell'intestatario con ADSL di altro
provider sulla linea è impossibile, la terza volta mi è stato detto che
gli operatori precedenti si sbagliavano e che è sempre possibile
cambiare l'intestatario ma che questo non incide in alcun modo sulla
presenza dell'ADSL sulla linea... mah... fate un po' voi.]

(Q) Dopo aver richiesto la disattivazione con il mio provider è da
qualche mese che ho portante attiva ma non posso usare il mio account in
quanto disabilitato. Posso fare qualcosa per continuare ad usare
Internet almeno finché non mi sconnettono la portante?
(A) No. L'unica cosa che potete fare è chiedere al vostro provider la
gentilezza di fornirvi un account (username e password) provvisorio
finché la Telecom non vi sconnette la portante. Questo è ovviamente un
piacere che il vostro provider potrebbe o meno farvi quindi non
insistete più di tanto ed eventualmente provate a contattare diversi
operatori dello stesso provider... alcuni saranno scontrosi e
maleducati, altri più comprensivi e magari vi lascieranno navigare
qualche settimana in più. Se conoscete l'account di un vostro amico col
vostro stesso provider che magari è al mare e non usa l'ADSL potete
chiedergli il piacere di lasciarvi usare il suo account... questo però
potrebbe essere illegale (ma dubito che ci farà mai caso nessuno).

(Q) Che numero devo comporre per connettermi al mio provider?
(A) La connessione fra il tuo modem ADSL e il tuo provider è realizzata
in centrale, non devi quindi specificare alcun numero di telefono per la
connessione. Quello che devi specificare è il VPI (Virtual Path
Identifier), il VCI (Virtual Circuit Identifier) e il protocollo usato.
Solitamente VPI=8 e VCI=35. Il protocollo usato invece cambia e
solitamente si decide in base al tipo di modem oppure in base alle
preferenze dell'utente. In particolare userai PPPoA (PPP over ATM) se il
tuo è un modem ADSL USB, PPPoE (PPP over Ethernet) se il tuo modem è
Ethernet oppure se usi un Router. Una volta impostato il protocollo
(cosa che viene fatta in centrale) non è possibile modificarlo se non
richiedendolo esplicitamente al proprio provider. Spesso comunque i
modem e router ADSL possono funzionare con entrambi i protocolli senza
particolari problemi.

(Q) Che differenza c'è fra un modem USB e un modem Ethernet?
(A) I modem USB utilizzano l'interfaccia USB del computer e in genere
richiedono dei Driver per funzionare (che solitamente esistono solo per
Macintosh e sistemi operativi WinXX). I modem Ethernet invece si
collegano direttamente alla presa di rete del proprio computer (è quindi
necessario avere una scheda di rete che comunque costa una ventina di
euro) e in genere non richiedono driver il che li rende compatibili con
praticamente qualsiasi sistema operativo (WinXX, Mac, Linux e altri...
ovviamente è necessario che la scheda di rete sia supportata da tali
sistemi operativi).

(Q) Fra il protocollo PPPoA e PPPoE quale dei due è il più veloce?
(A) Il protocollo PPPoA dovrebbe essere quello più veloce in quanto i
suoi pacchetti dati richiedono meno dati di controllo. La differenza di
velocità è comunque impercettibile.

(Q) Qual'è il provider ADSL più veloce?
(A) Non esiste il provider ADSL più veloce. La situazione cambia di
molto da zona a zona. Esistono comunque provider da evitare in quanto la
loro situazione è messa maluccio un po' ovunque ma per questo è bene
informarsi sul Newsgroup specificando anche la zona oppure da qualcuno
della stessa città (e possibilmente quartiere) che ha già un abbonamento
ADSL. Potete comunque eseguire una semplice ricerca sul newsgroup con
google [
http://groups.google.com/advanced_group_search?group=it.tlc.telefonia.adsl
] per vedere se il provider che avete intenzione di adottare ha
particolari problemi o meno. Vale la pena di ricordare che se si
vogliono garanzie sulla qualità/velocità del servizio ci si può
informare presso il provider circa abbonamenti con banda minima
garantita... ovviamente però saranno più costosi degli altri.

(Q) Dove posso consultare un elenco di provider con le loro caratteristiche?
(A) http://adsl.html.it

(Q) Io uso poco Internet, va bene lo stesso se faccio un abbonamento
economico?
(A) Gli abbonamenti economici (quelli da 300Kbit/s o meno) sono da
evitare. Spesso la velocità pubblicizzata non si avvicina nemmeno a
quella reale, ma anche in questo caso vale la regola del "chiedere al
vicino di casa che ha l'ADSL". Gli abbonamenti economici non hanno
infatti una banda minima garantita e quindi il proprio provider sarebbe
legalmente apposto anche se la connessione ti andasse come quella di un
modem degli anni ottanta. Non mancano infatti i post di clienti
infuriati che si ritrovano a scaricare file a meno di 1KByte/s senza
poter fare nulla contro il proprio provider. Per correttezza segnalo che
molte persone con abbonamenti economici non hanno mai avuto alcun
problema di sorta e la velocità promessa dal loro provider è sempre
stata rispettata [beati loro... io su due provider che ho provato non ne
ho beccato uno che mi mantenesse la velocità promessa].

(Q) Posso disdire il contratto ADSL quando voglio?
(A) Questo dipende dal contratto che hai firmato. Solitamente sei
vincolato per un anno intero al tuo provider quindi fai saggiamente la
tua scelta.

(Q) Quanto tempo passa dalla disdetta alla completa disconnessione dal
mio provider?
(A) Se le cose vanno bene 1 mesuccio o giù di lì, se vanno male diversi
mesi.

(Q) Se ho mandato la disdetta al mio ex-provider posso subito fare
richiesta con un nuovo provider?
(A) In genere no. Finché hai la portante attiva non puoi chiedere
l'attivazione con alcun provider.

(Q) Ma non posso telefonare a Telecom e chiedergli di sconnettermi
immediatamente dal provider [supponendo che il provider non sia Telecom
stessa]?
(A) Certo che puoi, ma non ti ascolteranno... puoi comunque provarci.

(Q) Quindi quando faccio disdetta non mi resta che aspettare che mi
facciano la grazia di disconnettermi?
(A) Esatto.

(Q) Devo traslocare, posso portare con me la mia ADSL?
(A) Si, è possibile... a meno di ostruzionismo naturalmente. Dovete
avvertire il vostro provider e la Telecom e chiedere a loro come procedere.

(Q) Sento spesso parlare di Ping... cos'è?
(A) Ping è un programma base presente in praticamente tutti i sistemi
operativi che permette di testare le condizioni di una rete. In
particolare Ping tenta di contattare la macchina con IP-Address (o nome)
specificato la quale, se funzionante, risponderà rendendo così possibile
la misurazione della velocità di risposta di tale macchina. Avere delle
velocità di risposta basse (inferiori a 100ms) è molto importante quando
si gioca online. I giochi (solitamente) necessitano di risposte
immediate da parte di tutti i partecipanti pena il malfunzionamento
(bassa giocabilità) del gioco stesso. È subito chiaro che i server
italiani avranno ping più bassi di quelli stranieri (essendo fisicamente
più vicini a noi), quindi giochi ospitati su server italiani saranno più
giocabili rispetto a quelli ospitati su siti stranieri. Supponiamo per
esempio di voler conoscere il tempo di risposta per un gioco ospitato su
www.ngi.it... non dovremo fare altro che scrivere (dal prompt di DOS)
ping www.ngi.it e vedere il risultato (Ping [su Windows] tenta di
contattare la macchina per 4 volte, quindi quello che vedremo saranno 4
tempi di ritardo e una media fra di essi). Con la mia ADSL, per esempio,
ottengo una media di 55ms se cerco di "pingare" www.ngi.it mentre
ottengo una media di 273ms se "pingo" www.ngi.com. Appare subito
evidente che se www.ngi.it ospitasse dei giochi sarebbero MOLTO più
giocabili dei medesimi ospitati sull'omonimo sito americano (che fra
l'altro non ha nulla a che fare con i giochi online... ma il nostro era
solo un esempio). Ping bassi sono anche importanti nel caso di Trading
real-time online, mentre se volete internet solo per scaricare dei dati
(software, mp3, immagini, etc.) vi interesserà maggiormente la velocità
effettiva della vostra connessione ADSL.

(Q) Come faccio a testare la velocità della mia connessione ADSL?
(A) La velocità di download/upload può essere testata grazie ad alcuni
siti web che mettono a disposizione degli strumenti appositi oppure
attraverso dei software da installare sul proprio PC (cercate per
esempio "DU Meter"). Alcuni di questi siti sono:
http://promos.mcafee.com/speedometer,
http://atlanet.tlxnet.it:81/speed/html/,
http://webservices.cnet.com/Bandwidth/. Ovviamente, durante il test,
assicuratevi che non ci sia nessun programma attivo che sta usando
Internet. Attenzione però, la velocità può variare di molto secondo vari
fattori quindi vi consiglio di ripetere il test con vari siti e a
diverse ore del giorno per avere un'idea più o meno precisa della vostra
velocità effettiva.

(Q) Cosa sono i DNS?
(A) I DNS (Domain Name Service) sono dei server il cui unico scopo è
quello di tradurre i nomi di dominio nei relativi IP-Address. Come
probabilmente già sapete, il protocollo TCP/IP (la lingua che il vostro
computer usa per parlare con altri computer su Internet), identifica
ogni singolo computer sulla rete grazie ad un IP-Address univoco
associato ad ognuno di essi. Purtroppo però gli IP-Address sono
difficili da tenere a mente (per un umano) e perciò (solitamente) i
server internet hanno associato un nome al loro indirizzo IP. Il compito
del server DNS è quello di convertire questi nomi nei relativi indirizzi
IP comprensibili dal nostro computer. Per esempio, al sito
www.microsoft.com è associato l'indirizzo IP 207.46.134.222. Quando noi
(nel nostro Browser) scriviamo www.microsoft.com il nostro computer
manda una richiesta al server DNS (datoci dal nostro provider Internet)
per sapere a quale IP-Address corrisponde il nome "www.microsoft.com".
Il DNS server risponderà con "207.46.134.222" e pertanto il nostro
Browser saprà a quale server richiedere la pagina WEB. Proviamo per
esempio ad aprire il nostro Browser preferito (Internet Explorer,
Mozilla, Konqueror, Netscape, etc.) e scrivere come indirizzo
http://207.46.134.222 Vedrete che vi aprirà il sito della Microsoft.

(Q) Se il mio abbonamento ha una velocità da schifo, posso fare un
upgrade all'abbonamento superiore?
(A) Anche questo dipende dal provider, solitamente comunque la risposta
è NO fino alla naturale scadenza del vecchio abbonamento. Se non erro (e
io erro parecchio) Alice (l'ADSL di Telecom) permette di passare da un
abbonamento base ad uno di qualità superiore senza troppi problemi.
Informatevi comunque presso il vostro provider prima di dovervi pentire.

(Q) Sto per abbonarmi ad un provider ADSL, come dovrei pagare? Carta di
credito, RID o bollettino postale?
(A) Evitate di pagare attraverso carta di credito! Il metodo migliore
sarebbe via bollettini postali ma non tutti i provider accettano questa
forma di pagamento quindi va bene anche il RID. La carta di credito è da
evitare in questo caso perché non è possibile interrompere i pagamenti
(a meno di non dover annullare l'intera carta) e il "non pagare" sarà
l'unica arma che avrete a disposizione in caso di problemi con un
provider ADSL.

(Q) La velocità della mia connessione è veramente pietosa, posso non pagare?
(A) Il blocco dei pagamenti è certamente il metodo di azione più
immediato che un cliente ha a disposizione... ma attenzione... rischiate
di finire dalla parte del torto. Il blocco dei pagamenti va effettuato
solo nel caso in cui il provider abbia violato il contratto, nel caso di
ADSL lenta questo spesso non succede. Verificate quindi sul contratto se
si prevede una banda minima (e magari consultate anche un avvocato o un
associazione dei consumatori) prima di procedere ad azioni così
drastiche. Se avete dei dubbi, per favore, consultate un avvocato.

(Q) Non riesco a mettermi in contatto con il mio provider, è un ora che
sono al telefono e nessuno mi risponde, come posso fare?
(A) Spesso i grossi provider (specie quelli con molti problemi) hanno le
linee sempre occupate da clienti che necessitano chiarimenti o che
necessitano assistenza, come risultato di tutto questo si ha che vengono
applicate delle policy ai tempi di risposta al telefono... ossia... chi
paga di più avrà risposta da un operatore più velocemente degli altri.
In pratica capita che siete messi in una coda di attesa e il vostro
numero non vi è assegnato in base a "chi primo arriva" ma in base a
"quanto pagate alla fine del mese". Per ovviare a questo problema potete
provare a spacciarvi per un nuovo cliente (nel menu della chiamata) [i
nuovi clienti hanno sempre priorità maggiore di tutti gli altri] per poi
assalire l'operatore con le vostre domande al momento della risposta.
Altri metodi sono: chiamare con un cellulare (potreste essere un nuovo
cliente) oppure chiamare da casa di un amico che non ha quel provider.

(Q) Come mai la mia ADSL va così lenta?
(A) I provider, in genere, condividono lotti a loro assegnati da Telecom
Italia fra vari utenti. Solitamente i lotti vengono venduti ai provider
a Megabit ed è poi compito del provider stabilire fra quanti e quali dei
loro utenti questi lotti vanno risuddivisi. Se per esempio un lotto da 1
Mbit viene condiviso fra 100 utenti ogni utente avrà a disposizione per
sé 10Kbit, ricordo che un modem 56k ha una velocità circa 5 volte
superiore. La velocità comunque può variare per molti altri fattori
(velocità del server da cui stiamo scaricando, eventuali problemi sulla
rete, etc.) è quindi difficile provare che un provider ha sovraccaricato
il proprio lotto. I provider infatti tendono ad assumere che solo una
percentuale di quei 100 utenti userà contemporaneamente Internet...
ovviamente le cose peggiorano con l'aumentare degli utenti sul lotto. È
quindi buona norma, prima di sottoscrivere un abbonamento ADSL,
verificare presso il proprio provider la dimensione del lotto e il
numero massimo di utenti su di esso.

(Q) Il mio provider mi ha promesso 300Kbit/s mentre io navigo a
35KByte/s... è normale?
(A) Si... anzi... funziona piuttosto bene! Prima un po' di teoria... per
fare un byte servono 8 bit, a questo punto è semplice verificare che
300kbit al secondo è pari a circa 37KByte al secondo quindi una velocità
di 35KByte/s è da considerarsi piuttosto buona. Spesso inoltre i Kbit si
indicano con Kb mentre i KByte si indicano con KB (notare che nel
secondo caso la "B" è maiuscola). C'è inoltre da dire (per completezza)
che 1 Kbit significa 1000 bit mentre 1 KByte significa 1024 byte.

(Q) Quanto tempo prima del termine del contratto devo mandare la disdetta?
(A) Dipende dal provider. Il contratto si rinnova tacitamente quindi è
cosa buona e giusta leggerlo molto bene e più volte se necessario.
Solitamente si ha da uno a due mesi di preavviso. Attenzione: è
fondamentale conoscere esattamente la data in cui si è stipulato il
contratto in modo tale da essere sicuri di non spedire la disdetta
troppo tardi. Se la disdetta viene spedita troppo tardi sarà
semplicemente cestinata. Alcuni provider infatti si aggrapperebbero a
qualunque scusa pur di rubare i soldi dei propri clienti per un anno
ancora. Le scuse più gettonate: "il FAX era illeggibile", "la disdetta
non era firmata", "mancava la data sulla disdetta", "gli alieni hanno
rubato la raccomandata".

(Q) Ci sono delle regole generali per scrivere e spedire una disdetta?
(A) Si. La disdetta dovrebbe venire anticipata via FAX ma SEMPRE mandata
anche in forma cartacea via RACCOMANDATA CON RICEVUTA DI RITORNO alla
sede legale del provider. La disdetta deve essere CHIARA, deve riportare
LUOGO E DATA e naturalmente deve essere FIRMATA. La disdetta va sempre
spedita con LARGO ANTICIPO rispetto all'ultimo giorno utile e va SEMPRE
controllato telefonicamente che il provider la abbia regolarmente
ricevuta e abbia capito che si tratta di una DISDETTA. Se ci fossero
problemi, infatti, si potrebbe spedire una seconda/terza/quarta disdetta
ed essere sempre entro il tempo minimo (solitamente due mesi prima della
scadenza del contratto) per poterlo fare.

(Q) L'operatore al telefono mi ha detto una cosa che però non mi sembra
in linea con ciò che il contratto dice, come mi devo comportare?
(A) Il contratto ha valore legale, l'operatore al telefono no. È buona
norma non fidarsi MAI di quello che l'operatore dice al telefono e non
accettare MAI delle offerte al volo fatte da un operatore via telefono.
È sempre bene invece informarsi, chiedere in giro, e visitare il sito di
tale provider PRIMA di prendere una qualunque decisione. In parole
povere... non sareste i primi ad essere bidonati dalle parole di un
operatore approssimativo o un operatore "furbo". Meglio ancora sarebbe
farsi spedire la proposta in forma scritta.

(Q) Che differenza c'è fra un modem ADSL e un router ADSL?
(A) Un modem ADSL è pensato per connettere un solo Computer ad Internet
mentre un router ADSL è pensato per connettere una rete di Computer ad
Internet. Ciò non toglie che è possibile condividere l'accesso ad
Internet anche se si sta utilizzando un modem ADSL (a patto però di
mantenere il computer con il modem acceso... cosa non necessaria con il
router).

(Q) È possibile condividere l'accesso ad Internet con altri Computer
sulla stessa rete?
(A) Si. Se hai un modem e un sistema operativo come Windows 2000/XP
oppure Linux puoi dire di condividere la connessione e impostare sugli
altri computer il gateway e i DNS all'IP Address del computer che
condivide la connessione stessa. La scelta migliore (anche se più
costosa) è comunque quella del router in quanto non richiede un computer
sempre acceso per poter navigare su Internet da altre postazioni.

(Q) È possibile utilizzare un vecchio 486 (o superiore) come router?
(A) Si. È possibile installare Linux su quella macchina e amministrarla
da remoto (quindi monitor e tastiera non gli servono) con grossi
risparmi in denaro [il consumo elettrico di un sistema minimo Linux
(senza monitor tanto non serve) è spesso pari se non inferiore ai router
commerciali]. Questo genere di soluzione richiede però una certa
conoscenza tecnica. Una buona soluzione di questo tipo (e anche semplice
da installare e configurare) è fornita da SmoothWall [
http://www.smoothwall.org ].

(Q) Voglio comprare un router ma non so decidere quale sia meglio per
me, cosa devo fare?
(A) Prima di tutto verificare che si tratti di un router ADSL. Esistono
infatti router ISDN e anche altri tipi di router generici. I router ADSL
hanno al loro interno anche un modem ADSL, i router generici no. È
eventualmente possibile associare ad un router generico un modem
ethernet... ma ovviamente questa soluzione è più costosa. Inoltre,
alcuni router hanno anche un HUB/SWITCH integrato il che rende meno
costosa ancora la realizzazione della LAN casalinga (non c'è bisogno di
comprarsi un HUB/SWITCH esterno). È poi importante verificare che genere
di strumenti di amministrazione remota siano disponibili per tale
router, il mio Zyxel 642R permette accesso tramite Telnet, accesso
tramite seriale e accesso tramite software apposito; alcuni altri router
hanno anche accesso via WEB. Da non dimenticarsi poi la possibilità di
stabilire filtri e redirezione delle porte.

(Q) Mi è capitato di leggere che alcuni contratti ADSL mi forniscono di
IP dinamico, altri invece di IP statico, cosa sono?
(A) Per IP statico o dinamico s'intende se l'IP-Address della macchina
connessa su Internet (di cui abbiamo già parlato) è fisso [IP statico]
oppure cambia di connessione in connessione [IP dinamico]. Un IP statico
ha il vantaggio che voi, su Internet, sarete sempre identificabili da
questo numeretto indipendentemente da quante volte vi connettete o
sconnettete. Un IP dinamico, invece, cambia ogni volta che vi scollegate
da Internet e in questo modo non siete mai identificabili attraverso un
IP-Address unico. Normalmente ad un utente "casalingo" non interessa
avere un IP statico, anzi, un IP dinamico è preferibile in quanto
garantisce una certa anonimità che avendo un IP statico, invece, (in un
certo senso) si perde. Solitamente l'IP statico va molto bene se vi
interessa che il vostro PC sia sempre rintracciabile su Internet (per
esempio se il vostro PC ospita un server WEB o FTP oppure ancora un
server per giochi online). Esistono comunque delle alternative freeware
(gratuite) agli IP statici per essere facilmente rintracciabili sulla
rete. Per maggiori informazioni su queste soluzioni si visiti ad esempio
http://www.no-ip.com

(Q) Ho sentito dire che, grazie ad un aggiornamento Firmware, è
possibile trasformare il mio modem in un router e/o ad abilitare opzioni
che altrimenti sarebbero bloccate dal mio provider. È vero? Dove posso
trovare informazioni?
(A) Nonostante io non abbia mai provato una soluzione di questo tipo,
dai numerosi post sull'argomento sul NG, sembra essere una cosa
fattibile per alcuni modelli di modem ADSL. In particolare il modem
fornito (o che veniva fornito) da Telecom (l'HM220dp) sembra essere uno
di questi. Per maggiori informazioni sulla modifica potete riferirvi a
questo sito web: http://3hm220dp4all.cjb.net/ . Vale la pena di
ricordare che modifiche fisiche al modem o aggiornamenti di Firmware non
autorizzati possono danneggiare irreparabilmente lo stesso e far
decadere istantaneamente la garanzia.

(Q) Ho letto su internet (/email/newsgroup/mio cugino) che l'ADSL ha
seri problemi di sicurezza e protezione della privacy...
(A) Baggianate! Quello che hai letto/sentito dire è in realtà un hoax
(falsa informazione diffusa per creare FUD [Fear Uncertainty Doubt]).
Potete trovare la bufala a cui mi riferisco qui:
http://www.iuslex.it/adsl/hoax.html

(Q) Ma siamo proprio sicuri che con l'ADSL non c'è alcun rischio?
(A) Il fatto di usare ADSL anziché DialUP non fa differenza. Per molti
casi l'ADSL è addirittura più sicuro (vedere ad esempio il problema dei
dialer che affligge solo i navigatori DialUP), per certi versi però un
certo "rischio maggiore" c'è ma non è legato alla tecnologia ADSL bensì
all'uso che se ne fa. Quando si ha a disposizione una connessione DialUP
si tende a rimanere online il minimo indispensabile (la DialUP costa e
le FLAT per DialUP scarseggiano) mentre quando si ha l'ADSL (a meno di
abbonamenti non-flat) si tende a lasciare il computer connesso ad
Internet giorno e notte per settimane se non mesi. Capite bene che un
computer connesso 1 ora al giorno è statisticamente sottoposto a meno
"attacchi" rispetto ad un computer connesso 24 ore su 24 e quindi il
rischio che uno di questi attacchi abbia successo cresce. Questo genere
di problemi può, solitamente, essere ovviato con un buon antivirus, un
buon firewall e un po' di sale in zucca.

(Q) Perché mai qualcuno dovrebbe voler rimanere connesso 24 ore su 24?
(A) Uno dei vantaggi dell'ADSL (almeno quella FLAT) è proprio di poter
mantenere il proprio PC connesso ad internet 24/24. Ci sono molte
ragioni che potrebbero portare qualcuno a preferire una connessione
continua anziché "a singhiozzo" ed elencarle tutte è ovviamente non
pertinente a questa FAQ. Ne descriverò comunque qualcuna: ci sono tante
persone che lasciano il computer acceso anche la notte per averlo sempre
a disposizione senza dover aspettare il tempo necessario all'avvio...
dover quindi aspettare che il modem/router si connetta spesso viene
considerata un'inaccettabile perdita di tempo [specie nel caso dei
router che impiegano svariati secondi all'avvio]; altre persone
desiderano essere sempre rintracciabili e quindi lasciano il programma
email/chat sempre attivo in modo tale da essere immediatamente avvertiti
dell'arrivo di nuova posta o di una nuova comunicazione [del resto chi
di voi scollega il telefono di notte perché inutile?]; altre persone
ancora hanno sul proprio PC un piccolo server WEB o FTP che vogliono
mantenere sempre (il più possibile) online; altre ancora navigano
durante il giorno salvando un elenco di file da scaricare durante la
notte quando il download non interferisce con la normale navigazione e
così via... come potete vedere i vantaggi di una connessione "always on"
sono molti e quindi non è così "pazzesco" voler mantenere la connessione
24 ore su 24.

(Q) Vorrei condividere l'ADSL con il mio vicino di casa... posso farlo?
(A) Fisicamente sì, legalmente no. Lascerò perdere l'aspetto legale (che
lascio alla vostra coscienza di cittadini modello [visto che a me
manca]) e passerò invece ad elencare eventuali modi di connessione. Se
il vostro vicino di casa è "molto vicino" e non ci sono problemi di
attraversamento di strade potete farlo con un cavo di rete [interratelo
con apposite tubature in plastica se possibile al fine di evitare di
bruciarvi il PC quando fulmina] seguendo la procedura del router o del
computer sempre connesso (già descritta precedentemente). Se invece il
vostro vicino si trova a meno di 100 metri in linea d'aria e non ci sono
ostacoli nel mezzo potete creare una rete wireless (mi raccomando:
_CRITTATA_ e con lista di MAC ADDRESS delle schede di rete wireless
autorizzate ATTIVA). La portata delle reti wireless all'aperto dovrebbe
raggiungere senza troppi intoppi i 100 metri, questo range può essere
notevolmente ingrandito con antenne direzionali apposite che possono
mettere in contatto due o più abitazioni distanti anche qualche
kilometro [alcuni esperimenti casalinghi (fatti però da gente che
conosceva il fatto proprio) hanno permesso connessioni di rete in
condizioni ottimali fra due punti distanti oltre 30 kilometri]. Vi
avverto però che:
1) Condividere l'accesso ad Internet con altre persone è illegale;
2) Le reti wireless in Italia non dovrebbero attraversare proprietà
altrui [e qui si nota subito il delirio di chi ha proposto questa
legge... come se fosse possibile istruire le microonde a fermarsi ai
confini del proprio terreno... braccia rubate all'agricoltura].
Detto questo bisogna anche dire che:
1) Difficilmente il vostro provider si accorgerà che state
condividendo l'accesso ad Internet con qualcun'altro (è quasi impossibile);
2) Difficilmente vi romperanno le scatole per una rete wireless che
attraversa proprietà altrui.
Ricordo comunque che se il vostro vicino fa "cazzate" con il vostro
abbonamento ADSL sarete voi a risponderne legalmente.
Se volete informazioni circa apparecchi wireless visitate (ad esempio)
il sito della Belkin ( http://www.belkin.com ) e della Dlink (
http://www.dlink.com ).

(Q) Esiste qualcosa di più veloce dell'ADSL?
(A) Certamente. L'HDSL ad esempio. Tali abbonamenti (almeno in Italia)
non sono però (solitamente) disponibili ai privati e (sempre
solitamente) costano un occhio della testa... molto più di quanto state
immaginando in questo momento.

(Q) Questa FAQ fa schifo, è incompleta, approssimativa e non mi piace
per nulla. Esiste una FAQ più completa?
(A) L'unica che conosco si trova qui: http://adslfaq.3000.it Sei
comunque invitato a scrivermi via email per eventuali suggerimenti o
segnalazioni di eventuali errori in questa FAQ.

*** Sezione OT della MiniFAQ ***
Questa sezione riporta risposte a domande non 100% attinenti all'ADSL ma
che comunque ritengo siano importanti per chiunque usi questa tecnologia
e Internet in particolare. Sembra che questa sezione, per qualche
ragione a me inconcepibile, dia fastidio ad un sacco di persone...
pertanto ho deciso di mantenerla all'interno di questa FAQ con l'unica
accortezza di spostarla in questa sezione "OT".

(Q) A volte, mentre navigo, mi capita che si apre una finestrella
chiedendomi se voglio scaricare un eseguibile per continuare a navigare,
cos'è? Cosa devo fare in caso mi capiti ancora?
(A) Se non sei assolutamente sicuro di quello che stai facendo premi
*ANNULLA*. Questo è, infatti, il modo "standard" in cui i dialer, gli
spyware e anche molti virus entrano nel computer.

(Q) Spyware? Che bestia è?
(A) Si tratta di un software che si installa sul proprio computer
(solitamente in modo silenzioso e senza chiedere il permesso al
proprietario) e genera un elenco delle "attività preferite" dell'utente.
Che tipo di attività vengono registrate dipende dallo Spyware, ci sono
spyware che registrano i siti web visitati, gli mp3 presenti sul PC, i
giochi installati, i programmi più usati, etc. Di tanto in tanto si
collegano al loro creatore per consegnargli la lista generata. Seppur
non diano _solitamente_ fastidio né causino danni economici si tratta
comunque di una grave violazione della privacy. Possono per esempio
"spiare" quali siano le vostre preferenze politiche, religiose, etc.

(Q) Si sente tanto parlare di Virus, Trojan ecc. ma il rischio è reale?
Un antivirus è veramente necessario?
(A) Certamente! Questo vale non solo per l'ADSL ma anche per le
connessioni DialUP! Un antivirus è SEMPRE necessario, e tenere
l'antivirus aggiornato (almeno una volta al mese) è di primaria
importanza. Ogni giorno vengono sfornati decine di virus/trojan nuovi e
le probabilità di prenderne uno sono molto alte (almeno su sistemi
Microsoft Windows). Internet ha amplificato notevolmente le possibilità
di un virus di trasmettersi e moltiplicarsi rispetto al passato e avere
un antivirus oggi è fondamentale. Alcuni ottimi antivirus (fra gli
altri) sono prodotti da Symantec e McAfee.

(Q) Una persona che conosco continua ad inviarmi email che contengono
virus/trojan, come posso fare per vendicarmi?
(A) Probabilmente questa persona non è a conoscenza di essere infetta da
virus/trojan. Tali programmi sono infatti in grado di spedirsi a tutti i
contatti presenti nell'elenco delle email di Outlook senza che il
proprietario ne sappia nulla. Quello che puoi fare è avvertirlo di
essere infetto da virus e consigliargli di scaricare un buon antivirus
per il suo PC. Ricorda inoltre che spesso e volentieri i virus si
spediscono usando un email di provenienza falsificata (spesso anche
questa presa dall'elenco dei contatti della persona infetta) e quindi
non è assolutamente detto che l'indirizzo email che _sembra_ aver
generato tale email sospetta sia effettivamente la persona infettata.

*** FAQ sulla FAQ: ***
Questa sezione è stata aggiunta più che altro per evitarmi di rispondere
sempre alle stesse domande all'incirca della MINIFAQ.

(Q) Ma chi sei tu per scrivere la FAQ di it.tlc.telefonia.adsl?
(A) Nessuno. Il gruppo non appartiene a nessuno, non c'è quindi un
"autorità" che decida chi debba o meno scriverne la FAQ. Questa FAQ non
può pertanto ritenersi la "FAQ ufficiale" del gruppo ma di un semplice
contributo gratuito di un assiduo lettore del gruppo stesso. Sono
infatti diversi mesi (credo all'incirca un paio di anni) che leggo e
posto su tale NG.

(Q) Perché hai realizzato questa FAQ?
(A) Per due ragioni: 1) Nessuno aveva realizzato una FAQ del gruppo
prima (nonostante esistano altre FAQ in giro per il WEB circa l'ADSL);
2) Per evitare le frequenti domande dei "newbie" [novizi] del gruppo che
si ripetono continuamente [FAQ = Frequently Asked Questions].

(Q) Perché "MiniFAQ"?
(A) Quando iniziai questa FAQ si trattava di poche domande e risposte
(solo le più gettonate), ora la FAQ è cresciuta coprendo buona parte
delle domande più frequenti sul newsgroup... si può quindi dire che
questa FAQ si chiama "MiniFAQ" per ragioni storiche, ma anche perché lo
considero uno di quei "lavori" sempre in via di sviluppo e in evoluzione
costante e chiamarla semplicemente "FAQ" darebbe troppo l'impressione di
un lavoro finito e statico.

(Q) Chi ti ha dato le informazioni che hai pubblicato in questa FAQ?
(A) I vecchi post/thread sul newsgroup, l'esperienza personale, le mie
telefonate ai vari provider e la mia conoscenza tecnica accumulata con
il tempo. Ricordo comunque che NESSUNA delle risposta date in questa FAQ
deve essere considerata come "la verità assoluta" bensì TUTTO (ogni
singola linea, ogni singolo punto, ogni singola parola, ogni singola
frase) deve essere considerato come MIA OPINIONE PERSONALE.

(Q) Qualcuno ti ha pagato per realizzare queste FAQ?
(A) No. Ad oggi non ho ricevuto un centesimo per questa FAQ né mi sono
mai permesso (né mi permetterò mai) di chiedere niente a nessuno. Questa
FAQ è GRATUITA e non è stata finanziata da nessuno. L'unica cosa che
_ESIGO_ se avete opinioni o obiezioni da sollevare al riguardo è che lo
facciate in modo educato tenendo ben a mente che io non sono in alcun
modo obbligato a seguire i vostri consigli o cambiare sezioni della FAQ
che vi sembrano inappropriate. Nel caso il vostro comportamento sia da
_me_ reputato maleducato, canzonatorio e/o scorretto, d'ora in poi, mi
limiterò a non rispondervi.

(Q) Se io ti faccio un osservazione circa il contenuto della FAQ tu poi
la cambierai di conseguenza?
(A) Se riterrò giusto farlo lo farò senz'altro nel tempo più breve
possibile, ma non aspettatevi tempistiche di alcun tipo, questa FAQ e
gratuita e non sono in alcun modo obbligato a rispettare scadenze,
contratti o simili. Lo farò quando avrò tempo e soprattutto voglia.

(Q) Alcune sezioni di questa FAQ non sembrano avere nulla a che fare con
l'ADSL, perché sono state inserite?
(A) Se state leggendo questa FAQ siete quasi certamente interessati al
suo contenuto. Questo significa che la maggior parte dei lettori di
questa FAQ ha dei dubbi circa l'ADSL e certamente una buona fetta di
coloro che stanno leggendo questa FAQ sono anche nuovi al concetto di
Internet e di Newsgroup. Pensando proprio a questi utenti alcune sezioni
che _io_ ritengo importanti per un corretto uso dello "strumento ADSL"
sono state inserite nonostante non siano 100% attinenti con l'argomento.
Tali sezioni possono essere tranquillamente saltate da chi ritiene che
non facciano parte della FAQ ma sono state comunque inserite nella
speranza che siano di aiuto a qualcuno.

(Q) Alcune cose che dici sembrano più opinioni personali che dati di
fatto... è solo una mia impressione?
(A) No. L'intera FAQ (come si legge anche dalle note legali) DEVE ESSERE
CONSIDERATA OPINIONE PERSONALE. Se non sei d'accordo su alcune sezioni
della FAQ puoi segnalarmele in modo _educato_ e _rispettoso_ e _IO_
valuterò il caso di cambiare e/o rimuovere tali parti. Se ritieni che il
contenuto di questa FAQ, in parte o nella sua interezza, sia
inaccettabile, ricordati che nessuno ti obbliga a leggerla e puoi sempre
spostare il file nel tuo cestino (in Windows è un oggetto sul Desktop di
nome "Cestino", nel mio sistema operativo si chiama "Trash",
indipendentemente dal SO che usate non dovrebbe essere difficile
trovarlo e/o comunque dovreste avere metodi alternativi per la
cancellazione dei file) e/o istruire il tuo newsreader ad ignorarla
completamente.

(Q) Chi mi garantisce che quello che scrivi corrisponda al vero?
(A) Nessuno. Non c'è alcuna garanzia né esplicita né implicita che anche
una sola delle frasi usate in questa FAQ corrisponda al vero. Questa FAQ
è stata scritta ritenendo che l'utente che la sta leggendo sia dotato di
una quantità di cervello sufficente a decidere cosa sia giusto o
sbagliato. Si da inoltre per scontato che tale lettore si sia anche
premurato di leggere la sezione "note legali" di questa FAQ.

(Q) Chi sei tu per decidere cosa si può scrivere o meno in questa FAQ?
(A) Quello che l'ha creata e che la mantiene aggiornata.

(Q) Se ritengo che qualcosa sia impreciso e/o sbagliato cosa devo fare
per convincerti?
(A) Se l'errore è evidente basta che me lo segnali, se invece affermi
qualcosa di contrario a quello che ho detto nella FAQ ti prego di
supportare la tua tesi con delle prove (documenti, indirizzi web, etc.).
Questo non è certo richiesto perché io ritenga la mia opinione superiore
alla tua, ma solo perché vorrei evitare di dare notizie/informazioni
false e voglio pertanto verificarle di persona se possibile.

(Q) Secondo me questa FAQ è ridicola, cosa posso fare?
(A) Prima di tutto provvedi ad eliminare questa schifezza dal tuo
computer. A questo punto apri notepad (o kwrite, o qualunque sia il tuo
editor di testo preferito) e scrivi la FAQ come più ti piace. Poi
piazzala sul tuo sito WEB e/o postala sul newsgroup. Semplice, vero?

(Q) Se io continuo a postare insulti, opinioni canzonatorie, critiche
distruttive, etc. circa questa FAQ smetterai di postarla e/o la
cambierai come dico io?
(A) Certo che no. Al massimo ti inserisco nel mio killfile [filtro dei
messaggi].

(Q) Ho un sacco di soldi e vorrei dartene un po', come posso fare?
(A) Sul sito da cui puoi scaricare questa FAQ puoi anche regalarmi i
tuoi soldi. Resta comunque il fatto che in nessun caso potrai comprare
me e/o le mie opinioni e/o questa FAQ.

*** Note legali: ***
Questa FAQ è gratuita e tale deve rimanere, fatta esclusione per il solo
prezzo dell'eventuale supporto. Nel caso questa FAQ venga distribuita su
siti diversi dal newsgroup IT.TLC.TELEFONIA.ADSL gradirei venirne a
conoscenza, non è comunque necessario avvertirmi ma è importante che
venga mantenuto il mio nome ed email così com'è. Non posso essere
ritenuto responsabile di eventuali errori e/o omissioni (siete comunque
invitati a segnalarmeli). Se il vostro computer dovesse bruciarsi o la
vostra casa esplodere a causa del contenuto di questa FAQ sono fatti
vostri, nessuno vi ha costretti a seguire i consigli di un pazzo,
lunatico, troll e probabilmente pure un po' assassino trovato su un
newsgroup. L'intero contenuto della FAQ deve essere considerato OPINIONE
PERSONALE dell'autore. Nonostante l'autore abbia fatto del proprio
meglio per essere il più preciso e corretto possibile e abbia cercato
fonti il più possibile attendibili, non si assume alcuna responsabilità
circa il contenuto della FAQ stessa. L'autore non garantisce nulla a
nessuno.
Nessun animale/modem/router è stato sottoposto a violenza durante la
realizzazione di questa FAQ.
--
Linux registered user #291568 (http://counter.li.org/)
Electronic Frontier Foundation Member (http://www.eff.org/)
Mandrake Club Member (http://www.mandrakeclub.com/)
Virgilio Lattanzi
2003-09-28 21:31:59 UTC
Permalink
Post by Luca T.
(Q) Posso avere una linea solo dati ADSL senza avere una linea telefonica?
(A) No. È necessario avere almeno una linea telefonica tradizionale per
poter attivare l'ADSL. [Risposta datami da un operatore Telecom]
NGI dice il contrario:

http://makeashorterlink.com/?S20841906

Ciao,
--
Virgilio Lattanzi HARPAX srl
Tel: +39 0733 818863 via Fontanella, 38
Fax: +39 0733 819133 62012 Civitanova Marche MC
WWW: www.harpax.com ITALY
Luca T.
2003-09-28 22:15:20 UTC
Permalink
Post by Virgilio Lattanzi
Post by Luca T.
(Q) Posso avere una linea solo dati ADSL senza avere una linea telefonica?
(A) No. È necessario avere almeno una linea telefonica tradizionale per
poter attivare l'ADSL. [Risposta datami da un operatore Telecom]
http://makeashorterlink.com/?S20841906
Questo è quello che mi è stato detto al 187. Se mentono non lo so né lo
posso sapere.
Proverò a contattare i tipi di ngi per verificare questo... ma a questo
punto non so a chi credere: telecom o ngi?

Ciao,
Luca
--
Linux registered user #291568 (http://counter.li.org/)
Electronic Frontier Foundation Member (http://www.eff.org/)
Mandrake Club Member (http://www.mandrakeclub.com/)
MARl0
2003-09-28 22:48:04 UTC
Permalink
Post by Virgilio Lattanzi
Post by Luca T.
(Q) Posso avere una linea solo dati ADSL senza avere una linea telefonica?
(A) No. È necessario avere almeno una linea telefonica tradizionale per
poter attivare l'ADSL. [Risposta datami da un operatore Telecom]
http://makeashorterlink.com/?S20841906
Anche altri operatori sostengono il contrario.
Luca T.
2003-10-06 09:22:16 UTC
Permalink
Post by Virgilio Lattanzi
http://makeashorterlink.com/?S20841906
Telecom è stata la prima a rispondermi. Appena anche gli altri mi
rispondono aggiorno la FAQ:

---
Gentile cliente,
per poter richiedere l''abbonamento alla linea ADSL è necessario che ci
sia almeno una linea analogica attiva. Il nostro servizio 187 sara'' lieto
di fornirle informazioni relativamente a costi e modalita'' di
attivazione.
La ringraziamo per averci contattato sul nostro sito e restiamo a sua
disposizione per ogni ulteriore necessità. Cordiali saluti.
---
--
Linux registered user #291568 (http://counter.li.org/)
Electronic Frontier Foundation Member (http://www.eff.org/)
Mandrake Club Member (http://www.mandrakeclub.com/)
Giacomo D'Orsogna [Giako]
2003-09-29 08:33:39 UTC
Permalink
Post by Luca T.
MINIFAQ di IT.TLC.TELEFONIA.ADSL (mantenuta da Luca T.
[Versione 0.7 01-August-2003]
(Q) Posso avere una linea solo dati ADSL senza avere una linea telefonica?
(A) No. È necessario avere almeno una linea telefonica tradizionale per
poter attivare l'ADSL. [Risposta datami da un operatore Telecom]
Sbagli. Le cose stanno rapidamente cambiando. E' tecnicamente possibile
avere ADSL __SENZA__ una linea voce.


--
---
Giacomo D'Orsogna
E-Mail: ***@iol.it
Web: www.dorsogna.tk
Icq#: 36225050
Luca T.
2003-09-29 09:54:44 UTC
Permalink
Post by Giacomo D'Orsogna [Giako]
Post by Luca T.
(Q) Posso avere una linea solo dati ADSL senza avere una linea telefonica?
(A) No. È necessario avere almeno una linea telefonica tradizionale per
poter attivare l'ADSL. [Risposta datami da un operatore Telecom]
Sbagli. Le cose stanno rapidamente cambiando. E' tecnicamente possibile
avere ADSL __SENZA__ una linea voce.
Guarda... quello che ho scrittò sulla FAQ è quello che mi è stato detto
da un operatore della Telecom pochi mesi fa.
Ora... alcuni operatori sostengono il contrario... sinceramente però non
so a chi credere. Proverò a ricontattare il 187 ed anche NGI per avere
ulteriori risposte... però se uno mi dice una cosa e l'altro me ne dice
una opposta a chi devo credere?
Quello che mi è stato confermato da Telecom è che è possibile avere una
linea solo dati in caso di presenza di ISDN sull'altra linea, quando
invece ho chiesto "si può avere solo una linea dati _SENZA_ avere una
linea voce" mi è stato risposto di no.
Conosci per caso qualcuno che NON ha una linea voce ma ha una linea dati
che potrebbe confermarmi quanto tu (ed altri) sostenete?

Ciao,
Luca
--
Linux registered user #291568 (http://counter.li.org/)
Electronic Frontier Foundation Member (http://www.eff.org/)
Mandrake Club Member (http://www.mandrakeclub.com/)
Johannes Heger
2003-09-29 21:00:22 UTC
Permalink
Post by Luca T.
Post by Giacomo D'Orsogna [Giako]
Post by Luca T.
(Q) Posso avere una linea solo dati ADSL senza avere una linea telefonica?
(A) No. È necessario avere almeno una linea telefonica tradizionale per
poter attivare l'ADSL. [Risposta datami da un operatore Telecom]
Sbagli. Le cose stanno rapidamente cambiando. E' tecnicamente possibile
avere ADSL __SENZA__ una linea voce.
Guarda... quello che ho scrittò sulla FAQ è quello che mi è stato detto
da un operatore della Telecom pochi mesi fa.
Ora... alcuni operatori sostengono il contrario... sinceramente però non
so a chi credere. Proverò a ricontattare il 187 ed anche NGI per avere
ulteriori risposte... però se uno mi dice una cosa e l'altro me ne dice
una opposta a chi devo credere?
Quello che mi è stato confermato da Telecom è che è possibile avere una
linea solo dati in caso di presenza di ISDN sull'altra linea, quando
invece ho chiesto "si può avere solo una linea dati _SENZA_ avere una
linea voce" mi è stato risposto di no.
Conosci per caso qualcuno che NON ha una linea voce ma ha una linea dati
che potrebbe confermarmi quanto tu (ed altri) sostenete?
eccomi!

Ho una linea ADSL senza linea telefonica (operatore Tiscali). Devo
ammettere però che ho preso l'ADSL appoggiandomi su un abbonomento
Telecom (linea analogica) successivamente disdetto. Ovviamente non
pago più canone base, ma solo l'abbonamento Tiscali. Comunque esiste
anche una direttiva dell'Autority che il seganle ADSL deve essere
fornito indipendenemente dall'esistenza di un abbonamento telefonico,
si trova senz'altro cercando un po' sul WEB.

Ora non mi chiedere di chi è la linea (Telecom o Tiscali) e chi
effettua la manutenzione. Per ora (da oltre un anno) incrocio le dita
per non avere guasti. Altrimenti non sarei in grado di indicare
nemmeno il mio numero telefonico al 187.

Pare che esista un numero di utenza per il mio allaccio, diverso dal
mio ex numero di telefono (ormai assegnato ad un altro utente),
necessario per identificare la linea nei rapporti fra Tiscali e
Telecom. Purtroppo non ho modo di conoscerlo.

Ricordo anche di un provider di Milano che installa una linea ADSL
senza allaccio telefonico (a caro prezzo). Non ricordo il nome.
Il mio allaccio comunque è in provincia di Roma.

saluti

Johannes Heger

Se poi vuoi inserire anche una voce VoIP nelle Faq (se non si va
troppo OT) sono pronto a dare delle indicazioni.
visit the unofficial homepage of Iranian Railways
http://www.msedv.com/rai/
Luca T.
2003-10-05 09:17:53 UTC
Permalink
Post by Johannes Heger
Ho una linea ADSL senza linea telefonica (operatore Tiscali). Devo
ammettere però che ho preso l'ADSL appoggiandomi su un abbonomento
Telecom (linea analogica) successivamente disdetto. Ovviamente non
Bé, questo non vale... la domanda era se è possibile avere un'ADSL
_senza_ linea telefonica... non dopo aver disdetto la linea telefonica
su cui si è fatto l'abbonamento.

Ciao,
Luca
--
Linux registered user #291568 (http://counter.li.org/)
Electronic Frontier Foundation Member (http://www.eff.org/)
Mandrake Club Member (http://www.mandrakeclub.com/)
Continua a leggere su narkive:
Loading...